Inizialmente c’era #NeatStreet, iniziativa nata a Londra che aveva come scopo quello di esortare la cittadinanza a mantenere pulite le strade.

Per qualche tempo la capitale del Regno Unito si è riempita di simpatici pannelli sui quali i cittadini, seriali contaminatori del suolo pubblico, pote-vano sfogare la loro vena artistica. Costruivano sagome a suon di chewing-gum o rispondevano a sondaggi usando come mezzo d’espressione il mozzicone di una sigaretta. E così quesiti referendari del calibro di “Who is the best player in the world? Ronaldo or Messi?” hanno salvato le strade londinesi dall’essere ricoperte di sigarette consumate.

Se ora avete voglia anche voi di dire la vostra e fare anche del bene all’ambiente potete passare a Torino al Cortile del Maglio. Qui, infatti,Leoncino Cupolino, un artigiano e sostenitore del Movimento 5 Stelle, ha ripreso il format di Neat Street adattandolo al pubblico nostrano, notoriamente appassionato di politica quasi quanto di calcio.

Il quarantaquattrenne torinese, allo scoccare della fase più accesa della campagna elettorale per le comunali, ha creato il posacenere che, simulando il ballottaggio fra Fassino ed Appendino, invita i torinesi a gettare la propria sigaretta nella colonna del candidato prescelto.
La battaglia dunque si tinge di giallo e chissà chi la spunterà a suon di sigarette, di sicuro non i polmoni.

Lucia Marinelli e Martina Patamia