• La parola a Chiamparino. Sergio Chiamparino si concede ad una lunga intervista per CronacaQui. Intervistato da Andrea Gatta a pagina 12, l’ex sindaco di Torino ed ora presidente della Regione conferma la solidità della propria alleanza col primo cittadino uscente. “Il fatto che siamo entrambi del PD non è ciò che mi fa dare pieno sostegno a Fassino. Ne sono convinto per come ha saputo fronteggiare quella crisi che ha fatto perdere 100mila posti di lavoro al piemonte continuando il progetto di trasformazione della città studiato a fine anni ’80”. A chi lo accusa di aver puntato tutto sul turismo tralasciando l’industria, risponde : “Sono due settori complementari, dal momento che non ci troviamo più davanti all’industria di massa degli anni ’60, siamo alla manifattura 4.0”. E alla fatidica questione “esiste il sistema torino?” replica “Viva il sistema Torino perché ci ha permesso di fare tante cose. Io però lo chiamerei lavoro di squadra”.

• Un tuffo per Giorgio Airaudo. Ieri pomeriggio incuranti del mal tempo il candidato sindaco di Torino in Comune ed il collega Michele Curto si sono tuffati direttamente nel Po dal déehors dell’imbarco Perosino. Il gesto non è stato solo un messaggio puramente elettorale. “Vogliamo che il Po torni af essere balneabile e vivibile com’era fino a non troppi anni fa” ha reso noto Curto. Parole che si accordano a quelle di Airaudo, ben certo che “se chiedessimo ai cittadini come vogliono spendere i propri soldi sarebbero ben felici di metterli nel Po per renderlo pulito e balneabile”.

• Solo in 4 per l’ambiente. Dei 17 candidati in lotta per il comune, solo 4 hanno sottoscritto al documento #aTorinoVorrei del circolo Legambiente Molecola. Un manifesta che impegna i futuri sindaci a correre al centro della propria attività temi per la cura dell’ambiente. A rispondere all’appello sono stati Giorgio Airaudo, Chiara Appendino, Guglielmo Del Pero e Pier Carlo Devoti. Assieme a loro compaiono i nomi di nove candidati consiglieri di Torino in Comune, PD, La Piazza, Moderati, lista civica per Fassino e Ambiente Torino.