Un finale senza troppi “Big”. L’ unico segretario di partito che resta previsto e confermato è Matteo Salvini, già stato a Torino per un tour in barriera durante il salone del libro, ci ricorda la Repubblica a pagina III, tornerà il 1 giugno per sostenere Alberto Morano. Mentre la presenza di Renzi e Berlusconi resta ancora un’incognita, sembra certa quella del vicesegretario nazionale del PD, Deborah Serrachini, per il 29 maggio. Torino, ricorda sempre la Repubblica, ospiterà i sindaci socialisti di varie città europee e forse, alla Scuola Holden, arriverà anche il neoeletto sindaco di Londra Sadiq Khan. Non mancheranno, però, il capogruppo del senato, Paolo Romani, e Il presidente della Liguria, Giovanni Toti, che venerdì sera saranno alla GAM per dare il loro sostegno a Osvaldo Napoli per il quale arriverà anche Renato Brunetta il 31 maggio. Il 2 giugno, invece, Nicola Frantoianni e Alfredo D’Attore saranno a Torino per sostenere Giorgio Airaudo.

A Torino aria di cambiamento? La Stampa di oggi analizza la situazione torinese ad ormai pochissimi giorni dalle elezioni e il sentore di un sentimento – risentimento che sta dilagando in Europa e negli Stati Uniti e che, forse, sta colpendo anche Torino. Il reportage a pagina 7 ricorda gli schieramenti principali e i timori dell’amministrazione uscente: Piero Fassino se non riuscirà ad arrivare subito al traguardo della maggioranza assoluta dovrà sottoporsi ad un ballottaggio insidioso. In quel caso, escludendo l’attuale destra torinese che, ricorda Lugi La Spina, è riuscita a dividersi in tre parti, i sostenitori del sindaco uscente valutano con preoccupazione la diaspora con Giorgio Airaudo e temono che la sua lista tolga proprio quella percentuale di voti che costringerebbe Fassino alla sfida del secondo turno con Chiara Appendino.

Intervista agli aspiranti sindaco. Il direttore de La Stampa, Maurizio Molinari, intervisterà questa sera, alle 20,30 al teatro Carignano, i sette dei candidati sindaco che secondo un recente sondaggio “Piepoli-La Stampa” hanno ottenuto più consensi. Si tratta di Giorgio Airaudo, Chiara Appendino, Piero Fassino, Alberto Morano, Osvaldo Napoli, Marco Rizzo e Roberto Rosso. Un confronto all’americana, ricorda La Stampa a pagina 47, per parlare del futuro di Torino. I temi saranno anche quelli che i lettori del quotidiano torinese hanno sollevato con l’iniziativa “Chiedo al sindaco”.