Si è da poco concluso il #chiediapiero, una sessione di domande e risposte con gli utenti Twitter insieme al candidato sindaco per il PD (sulla falsa riga dell’ormai noto #matteorisponde).

 

Al contrario del Presidente del Consiglio però, Fassino ha deciso di non utilizzare il canale Facebook Live ma di creare delle risposte in pillole video da 30 secondi per ogni tweet. Seppur iniziato con un lieve ritardo rispetto all’orario prestabilito, il #chiediapiero porta a casa una buona interazione online, nonostante le sole 18 risposte agli utenti.

 

 

Utilizzando un tool digitale per l’analisi su Twitter abbiamo tracciato il fenomeno provocato dall’hashtag #chiediapiero ricavando queste statistiche (in continuo aggiornamento)

 

Real Time Tracker: si può notare il picco dei post, comprensivi di tweet e retweet, avvenuto tra le ore 15 e 16, durante le risposte del candidato sindaco. Più di 300 utenti attivi.

P.S.Cosa sono reach e impressionsReach è il numero di account che hanno avuto la possibilità di vedere un certo oggetto (è comparso nell’homepage) mentre impressions  è il numero potenziale di diffusione del messaggio. Un esempio? Se con il nostro account da 1.000 followers scrivessimo 2 tweet, il numero di impression sarebbe la moltiplicazione di 2 per il numero dei followers ossia 2.000. Se venissimo poi retweettati da un account con 5.000 followers, il numero di impression salirebbe a 2.500.

 

Quanti tweet e quanti retweet: prevalgono i secondi, sopra al 50%

Demografica per sesso: un pubblico per la maggior parte femminile

Geografia: il 10% arriva dagli USA

Hashtag collegati: chi ha tweettato #chiediapiero aveva caratteri anche per scrivere #peramoreditorino

 

 

Simone Cartini