Durante Piazza Pulita , il programma trasmesso su La7, Index presenta un nuovo sondaggio: Fassino perde 4,5 punti percentuali. Il sindaco uscente, fermo al 39,5%, vede la speranza di vincere al primo turno allontanarsi di 10 punti e lo spettro del ballottaggio avvicinarsi. Invece Chiara Appendino riesce a convincere. La candidata sindaca del Movimento Cinque Stelle  guadagna 3 punti e raggiunge il 30%. Adesso si riducono a 9,5 i punti necessari per l’aggancio alla vetta dove prova a rimanere aggrappato il sindaco uscente Fassino.

asdf 3

Mentre gli altri candidati, singolarmente, ottengono quasi gli stessi punti del distacco tra i duellanti alla vetta. Giorgio Airaudo, candidato di Torino in Comune, perde un punto e cade al 9% assieme a Morano (Lega Nord). Seguono Osvaldo Napoli di Forza Italia all’8 e Roberto Rosso (Rosso Sindaco) al 2. I famigerati altri (nel link vi spieghiamo nel dettaglio chi sono gli “altri” snobbati dai sondaggi) si stringono insieme al 2,5. I dati sembrano rispecchiare la situazione politica del paese in cui il M5S guadagna 0,8% a discapito del PD, in calo dello 0,7%. (Fonte qui)

Certo questo è solo uno dei tanti sondaggi. Ovviamente i numeri cambieranno ancora: i veri risultati si conosceranno solo il 5 giugno, ma abbiamo già un vincitore. L’astensionismo. L’unico partito italiano in crescita continua che anche a Torino registra un solido 46%, molto più dei Cinque Stelle, molto più del PD del Fassino che arretra. E arretra nonostante si sia affidato all’agenzia Stylum e abbia impostato una campagna elettorale “americana”. Pare che il restauro di Fassino con mani in tasca e maglioncino,  non convinca.

 

Luca Magrone